Crea sito
 
line decor
Salve, oggi é:
line decor



Guestbook



Proposte? Consigli? Chiarimenti? Firma il nostro Guestbook!

CSS Valido!

 
 
 
Benvenuti nel laboratorio per la città sostenibile di Rionero in Vulture



Il laboratorio per la città sostenibile è un gruppo di lavoro permanente composto da Enti, scuole pubbliche e associazioni che promuove lo sviluppo sostenibile, tanto delle politiche quanto, in generale, del territorio rionerese. Sebbene sia nato ufficialmente soltanto nel 2008, in realtà è solo il risultato finale di un percorso molto più lungo che risale a diversi anni prima.








Tutto è iniziato con la Conferenza sull'Ambiente e lo Sviluppo delle Nazioni Unite tenutasi a Rio de Janeiro nel 1992 a cui hanno partecipato 172 paesi, tra cui l'Italia, e numerose organizzazioni, sia governative che non-governative.
Tra i vari accordi siglati dalla Conferenza spicca un programma d'azione che affronta le questioni più urgenti relative all’ambiente e allo sviluppo su scala mondiale, nazionale e locale, una sorta di agenda "delle cose da fare" nel XXI secolo, che per questo motivo fu chiamata Agenda 21.
Elemento cardine di tale programma è il decentramento delle politiche ambientali, ossia il ruolo fondamentale che gli Enti locali hanno affinchè tali politiche siano efficacemente messe in pratica. Non è un caso perciò che proprio le amministrazioni locali di tutta Europa siano state leprotagoniste della Conferenza europea sulle città sostenibili, tenutasi ad Aalborg nel 1994. Risultato finale di tale conferenza è stato la Carta
delle città europee per uno sviluppo durevole e sostenibile (Carta di Aalborg) che contiene una serie di indicazioniaffinchè l'Agenda 21 sia attuata a livello locale. Allo scopo di monitorare i progressi compiuti fino a quel momento, nel 1996 a Lisbona si è tenuta la Seconda Conferenza europea sulle città sostenibili, in cui ha preso il via una fase maggiormente operativa che è culminata nel documento "Dalla Carta all'Azione" (detto anche Piano di Azione di Lisbona). Nel 2004, ancora una volta ad Aalborg, si è tenuta la Quarta Conferenza
europea sulle città sostenibili
(Aalborg+10, "Ispirare il futuro"), dove 1000 governi locali
hanno approvato gli Aalborg Committments, una carta di impegni che individua, in dieci aree tematiche, obiettivi e priorità per uno sviluppo sostenibile e che segna il definitivo passaggio da una fase programmatica a una pragmatica e strategica.

Nel frattempo in Italia nel 1999 le amministrazioni locali italiane hanno attivato a Ferrara il CoordinamentoNazionale Agende 21 Locali Italiane sottoscrivendo la carta d'itenti del coordinamento, la cosiddetta Carta di Ferrara.
Dunque gli Enti Locali sono il vero motore propulsore del processo di attuazione dell'Agenda 21, ed è proprio nel solco tracciato dai documenti internazionali e nazionali che il Comune di Rionero, insieme allaProvincia di Potenza, ha attivato il percorso che ha portato alla nascita del Laboratorio per la città sostenibile.



Il primo atto in tal senso risale alla delibera n. 349 del 18/11/2002 della Giunta Comunale di Rionero in cui fu approvata la partecipazione congiunta al progetto di Agenda 21 dei Comuni di Rionero in Vulture,  Atella e Barile,  e la relativa adesione alla Campagna Europea per le Città Sostenibili sulla base degli intenti espressi nella Carta di Aalborg e del Piano di Azione di Lisbona. Altro momento decisivo è stato l'attivazione nel 2002 del Forum per l'Agenda 21 locale della Provincia di Potenza, nato con lo scopo di attivare un ampio ed organizzato processo di partecipazione e condivisione dell'azione ambientale locale.Con l'intento di coinvolgere altri attori istituzionali nel il momento della sottoscrizione del protocollo processo di Agenda 21 locale, nel 2003 l'amministrazione della Provincia di Potenza ha avviato il Protocollo
d’Intesa sullo Sviluppo Locale Sostenibile sottoscritto tra la Provincia di Potenza, i Comuni di Rionero, Atella, laComunità Montana del Vulture, l’ATC 1 e gli imprenditori delle acque minerali. Così l'amministrazione comunale di Rionero, volendo proseguire nell'esperienza di Agenda 21, hadeciso di sperimentare un'iniziatiava innovativa con la proposta dell'Assessore all'AmbienteArc. Emilio Sacco di costituire un gruppo di lavoro permanente chiamato il Laboratorio per la città sostenibile. Tale proposta è stata approvata dalla Giunta
Comunale di Rionero il 20 novembre 2007 e ha ricevuto
l'assenso dell'Ufficio Pianificazione Territoriale della Provincia di Potenza. L'avvio definitivo del progetto del Laboratorio è avvenuto il 26 febbraio 2008 con la sottoscrizione, nella scuola elementare di Rionero, di un Protocollo d'intesa tra:


  • L’Assessore all’Ambiente del Comune di Rionero in Vulture, arch. Emilio Sacco;
  • L’Assessore alla Pianificazione Territoriale della Provincia di Potenza, ing. Giuseppe Telesca;
  • I dirigenti scolastici di quattro istituti di Rionero in Vulture (Scuola Primaria, Scuola Primaria di 1°grado “M.Granata”, l’Istituto di Istruzione Superiore “G. Fortunato” e l’Istituto Statale d’Arte “Carlo Levi”) rispettivamente, Alfredo Bocchetti, Sofia Galella, Giuseppina Cervellino e Vincenzo De Paolis;
  • La responsabile del Cea (Centro di educazione ambientale), del WWF (World Wildlife Fund - fondo mondiale per la vita selvatica) e della Lipu (Lega italiana protezione uccelli) del Vulture, Antonella Vorrasi;
  • Il presidente dell’Anpana (Associazione nazionale protezione animali natura ambiente) di Rionero in Vulture, Mauro Altavela;
  • I presidenti dell’ Associazione di Protezione Civile “Lupi del Vulture”, del Centro Sociale “P. Sacco”, del Circolo Arci “Casa 28”e dell’Associazione “Big Foot”, rispettivamente Carmine Barisiello, Mauro Tucciariello, Donato Ciano e Paola Lioy;

il momento della sottoscrizione del protocollo
Secondo quanto stabilito dall'Art. 3 del suddetto Protocollo, "per l’indirizzo ed il controllo di ogni attività prevista per l’attuazione del Protocollo è istituito un Gruppo di Lavoro, composto da un rappresentante per ciascuno dei soggetti firmatari su indicazione degli stessi, coordinato dal punto di vista tecnico dal rappresentante della Provincia di Potenza e dal punto di vista politico-amministrativo dal rappresentante del Comune di Rionero in Vulture".





Le funzioni del Gruppo di lavoro
sono:

  • promuove la raccolta documentale delle buone pratiche a livello regionale, nazionale e internazionale, sia per quanto riguarda le soluzioni progettuali che le metodologie, i processi e i programmi di progettazione utilizzati;
  • l’organizzazione di incontri di scambio con quegli enti o associazioni che hanno maturato esperienze significative di progettazione urbana sostenibile e partecipata in altri contesti nazionali;
  • supportare, dal punto di vista della sensibilizzazione e divulgazione, oltre che tecnico e scientifico, il Comune nell’avvio di progetti pilota di progettazione;
  • promuovere iniziative di educazione, formazione e aggiornamento a favore di tutti gli attori del processo di progettazione urbana partecipata (gli operatori, i tecnici, gli educatori, gli amministratori, le associazioni del volontariato).
  • produce e diffonde materiali informativi e didattici;
  • offre un servizio di documentazione delle migliori pratiche;
  • facilita l’incontro tra realtà e esperienze che possono essere sinergiche;
  • offre un servizio di consulenza per l’avvio di progetti e per la realizzazione degli interventi formativi e di comunicazione finale all’educazione ambientale e alla sostenibilità;
  • ricerca e verifica la disponibilità di eventuali finanziamenti e/o co-finanziamenti locali, nazionali o comunitari per l’attuazione di attività a supporto e a corredo di quanto previsto all’art.7 da utilizzare da parte dei sottoscrittori e, se disponibili, ne promuove la reperibilità;

 

 

 

 

 

 
 










sito ottimizzato per una risoluzione di 1280x1024


ULTIMI AGGIORNAMENTI

-14/12/09-
Pubblicazione nella sezione documenti del PON C.G.1 (Programma Operativo Nazionale) "Progetto competenze per l’innovazione", a cura dell'ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “G. Fortunato” di Rionero

-16/06/09-
Aggiunto tra i link il blog eTwinning sul gemellaggio tra la scuola primaria di Rionero e numerose scuole europee

-14/06/09-
Pubblicazione nella sezione documenti della Dichiarazione di Palermo su Educazione allo Sviluppo Sostenibile, Cultura della Legalità e della Pace, del Summit G8 degli studenti universitari

-14/05/09-
Pubblicazione, tra i documenti ufficiali, del comunicato stampa dell'assessorato provinciale alla Cultura, Biblioteca, Museo, Pinacoteca e Assetto del Territorio sul riconoscimento del Laboratorio come buona pratica GELSO.

-10/05/09-
Pubblicazione, tra il materiale informativo della sezione I progetti del Laboratorio, della ricerca svolta dalla Scuola Primaria di 1° grado "M. Granata" di Rionero sulle abitudini alimentari degli alunni, per un'alimentazione sana e naturale.

-07/05/09-
Il Laboratorio è stato inserito come esempio di buona pratica nel sito GELSO, Banca Dati nazionale sulle buone pratice dell'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale)

-23/09/08-
Aggiunti L'Atlante Ambientale 2008 e l'Analisi Ambientale Iniziale, a cura della Provincia di Potenza, tra il materiale informativo nella pagina I documenti ufficiali

-22/09/08-
Aggiornamento delle aree tematiche Energia, Rifiuti, Mobilità sostenibile delle Buone pratiche

- 21/09/08 -
Aggiornamento della sezione I progetti del Laboratorio

- 15/09/08 -
Aggiunte "le buone pratiche dei cittadini" nelle aree tematiche Energia, Rifiuti, Mobilità sostenibile

- 10/09/08 -
Aggiunto il video "TERRA" tra il materiale informativo della sezione Rifiuti delle Buone pratiche